igname cinese nagaimo

IGNAME CINESE – Nagaimo

L’igname cinese si chiama ‘nagaimo’, che significa letteralmente ‘patata lunga’ in giapponese. Si tratta di un tubero grosso e lungo che ha un sapore delicato. La polpa è abbastanza acquosa e viscida, ma quando si cuoce cambia consistenza e diventa simile a quella della patata. E’ commestibile anche crudo.

In Giappone si consuma il nagaimo in tanti modi, crudo o cotto. Quando si utilizza grattugiato crudo viene chiamato ‘tororo‘, si presenta come una crema viscida che accompagna il riso bollito, gli spaghetti di soba, il pesce crudo ecc. Può essere utilizzato per i piatti con la cottura per ottenere un effetto soffice o per legare gli ingredienti; tipo la frittata o spesso la pizza giapponese okonomiyaki.

tororo di igname cinese
Tororo

Preparazione di Tororo

  1. Lavare l’igname cinese. Per sbucciare, prenderlo in una mano avvolgendolo con un pezzo di carta da cucina e pelarlo col pelapatate oppure col coltello perchè quando si tocca la polpa direttamente con le mani, a parte che è scivoloso, si può sentire un pizzicore che deriva dal’ossalato di calcio
  2. Tenendo la polpa sempre con un pezzo di carta da cucina grattugiarla con una grattugia. Oppure prima di grattugiare la polpa sbucciata, immergerla nell’acqua fredda con un pochino di aceto per 5-10 minuti, poi asciugarla e grattugiarla
  3. Utilizzare per le ricette preferite

*Se non si usa subito si può conservare in freezer

*In caso di prurito, lavare con l’aceto diluito con l’acqua

come preparare tororo

come preparare tororo

tororo

tonno con grattugiato di igname
Tororo con tonno crudo (yamakake di tonno)

Ci sono anche queste ricette...