SATOIMO – Tubero di taro

taro (satoimo)

Cos’è Satoimo?

Il tubero di taro chiamato ‘satoimo‘, originario del sud-est asiatico, è un ingrediente popolare per la cucina giapponese. Si consuma semplicemente lesso oppure si utilizza per le zuppe o gli stufati (nimono). Questo tubero di taro ha una consistenza simile a quella della patata ma è più scivolosa perciò prima di usarlo si consiglia di seguire di questo metodo di preparazione.

Preparazione di Taro

Quando si prepara i tuberi di taro crudi con le mani, si ppotrebbe sentire irritazione a causa di ossalato di calcio. Volendo si potrebbe utilizzare un paio di guanti per evitare eventuale fastidio. Bisogna stare attenti anche a non toccare gli occhi o le labbra con le mani che hanno toccato il taro.

Preparazione

  1. Lavare i tuberi di taro (se sono sporchi di terra) e asciugarli completamente lasciandoli al posto aerato
  2. Prendere i tuberi asciutti con le mani asciutti e sbucciarli con un coltello asciutto (evitare il contatto con l’acqua perché quando si bagna questo tubero diventa scivoloso)
  3. Mettere un po’ di sale sui tuberi sbucciati e massaggiarli, poi sciacquarli bene con l’acqua per eliminare la viscidità. Dopo questa operazione lavare bene anche le mani
  4. In una pentola mettere i tuberi e l’acqua, portare ad ebollizione
  5. Quando bolle e si vede la schiuma, togliere dal fuoco e scolare
  6. Sciacquare velocemente con l’acqua fredda per eliminare la viscidità. Scolare bene
  7. Utilizzare per le ricette preferite
  8. Se non si utilizza subito, asciugarli bene e avvolgerli con la pellicola trasparente oppure mettere in un sacchetto di plastica, poi conservare in freezer (max 1 mese)
  9. E’ fatto!

Preparazione di Taro
Preparazione di Taro
Preparazione di Taro
Preparazione di Taro

Esempi di utilizzo

nimono di taro
NImono di satoimo (tubero di taro)
Zuppa di miso con taro
Zuppa di miso con taro
Tutte le ricette con Tubero di taro
Scroll to top