RAMEN

shoyu ramen

Cos’è il Ramen

Ramen è un piatto molto popolare in Giappone, di origine cinese, ne esistono infinite varietà ma in pratica si tratta di spaghetti (simili a tagliolini) serviti nel brodo caldo: di pollo o di maiale, anche di pesce, insieme a qualche guarnizione. Gli spaghetti per il ramen detti ‘chukamen‘; vuol dire spaghetti cinesi,  sono diversi da gli altri noodles giapponesi tipo gli udon, o i soba, perché, anche se come gli altri sono preparati con farina di frumento, sale e acqua, nella preparazione dei ramen si aggiunge l’acqua alcalina detta kansui che contiene carbonato di sodio e carbonato di potassio ecc. Il kansui è ‘ingrediente che contraddistingue questi noodles poiché dà loro la consistenza, il colore (che tende al giallo anche quando non c’è l’uovo), l’odore, tipico di questo piatto.

Chashumen (ramen con carne)
Chashumen (ramen con carne)
Tonkotsu ramen (ramen in brodo di maiale)
Tonkotsu ramen (ramen in brodo di maiale)

Varietà di spaghetti da Ramen

In Giappone è pieno di ristorante di ramen, si spende poco e si mangia veloce come fast-food, ma a volte si prepara anche in casa. In commercio si possono trovare gli spaghetti freschi da cucinare chiamati chukamen e esistono diversi tipi, ma sono diffusi anche quei istantanei (anche se non sono stesse cose) poiché sono pratici e veloci.

Tagliolini da ramen (Chukamen)
Tagliolini da ramen
Tagliolini grossi da ramen (Chukamen)
Tagliolini grossi da ramen (Futomen)
Vermicelli da ramen (hosomen)
Vermicelli da ramen (Hosomen)
Spaghetti secchi istantanei da ramen
Spaghetti secchi istantanei da ramen

Preparazione di Chukamen

Tagliolini freschi da ramen

Come sopraccitato per preparare i tagliolini da ramen si aggiuge l’acqua alcaina che si chiama ‘kansui’, ma per farla in casa si utilizza il bicarbonato di sodio. Per la ricetta di tagliolini da ramen fatti in casa seguire questa pagina.

Preparazione di tagliolini chukamen in casa
Preparazione di tagliolini chukamen in casa

Un trucco per preparare Ramen con gli spaghetti

Esiste anche un metodo per cucinare il ramen utilizzando gli spaghetti quelli secchi. E’ un trucco ideato da chi che viveva fuori dal Giappone e aveva difficoltà a reperire gli ingredienti originali. In pratica si cuoce la pasta nell’acqua salata bollente con un po’ di bicarbonato di sodio, il bicarbonato crea l’effetto simile al kansui.

Come fare

  1. In una pentola bollire l’acqua, aggiungere il sale e il bicarbonato di sodio da cucina (per 1L di acqua, 1 cucchiaio di sale, 1 cucchiaio di bicarbonato)
  2. Lessare gli spaghetti per il tempo necessario del prodotto + 2 minuti
  3. Scolare gli spaghetti, sciacquargli con l’acqua fredda (per eliminare il retrogusto ‘amarognolo’ di bicarbonato e anche per ricostruire la consistenza. Se non si vuole che si raffreddano per questo processo, passare nell’acqua bollente dopo)
  4. Mettere in una ciotola, servire con il brodo caldo e le guarnizioni a piacimento
  5. E’ fatto!

ramen fatto con spaghetti

Scroll to top